CONSULENZA SEO

Non basta avere un sito WEB, bisogna renderlo visibile!

CONSULENZA SEO SU MISURA

Evolution è in grado di fornire una CONSULENZA SEO in base alla vostra tipologia di business, ai competitors e al mercato di riferimento.
Il nostro principale obbiettivo è incrementare la visibilità del vostro sito web ottenendo un buon posizionamento nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca, attraverso una corretta attività SEO e costruendo un progetto su misura.

Che cos’è la SEO?

L’acronimo SEO sta per Search Engine Optimization, che in italiano potrebbe essere tradotto come ottimizzazione per i motori di ricerca. La SEO comprende tutte quelle attività che permettono ai contenuti di un sito web di essere visibili tra i risultati organici (non a pagamento) dei motori di ricerca per determinate parole chiave e di essere trovati da parte di utenti interessati a quella tipologia di contenuto.

Raggiungere i primi posti su Google è possibile?

Le statistiche affermano che l’utente medio non va oltre la seconda pagina dei risultati di un motore di ricerca, quindi è fondamentale essere ai primi posti per trarre benefici in termini di traffico e visibilità. Ma come ottenere un buon posizionamento per il tuo sito web?
Esistono parole chiave molto competitive e con volumi di ricerca più alti, altre meno ricercate, ma che potrebbero essere piu specifiche per la tua impresa e contribuire all’aumento del traffico nel lungo periodo. Bisogna quindi procedere con la giusta strategia e saper utilizzare gli strumenti per individuare le parole chiave utili per la tua attività, in base a come gli utenti cercano il tuo prodotto o servizio.

METODOLOGIA DI LAVORO DI UNA CONSULENZA SEO

  • ANALISI: analisi preliminare del sito web, analisi del posizionamento sui motori di ricerca, studio della concorrenza e del target di riferimento, scelta delle parole chiave in base a volumi di ricerca e concorrenza
  • OTTIMIZZAZIONE DEL SITO inserimento dei metatag HTML, ottimizzazione dei contenuti del sito (testi, foto, video), creazione di contenuti di valore
  • INCREMENTO DELLA LINK POPULARITY: Inserimento di link in uscita e in entrata, individuazione di siti e blogs correlati al settore di pertinenza
  • REPORTISTICA: invio di report contenenti le informazioni relative al posizionamento del sito web nei motori di ricerca, controllo periodico del ranking del sito per le parole chiave scelte

Le tendenze SEO più importanti del 2019

SEO gestita Group 11 Copy

Pensa mobile

Gli accessi da mobile si stanno avvicinando a quelli da desktop. Più della metà delle ricerche è effettuata da dispositivi..

SEO gestita Group 13 Copy

Rank Brain

Google ha da tempo ormai annunciato che il RankBrain è il terzo fattore di ranking per importanza..

SEO gestita Group 17

featured snippet

l featured snippet (o snippet in primo piano) è un risultato in evidenza che Google inserisce in un box..

SEO gestita Group 19

Il Click Through Rate

Google ha confermato che il numero di click ottenuti da un risultato in seguito ad una ricerca (CTR)..

SEO gestita Group 20

interazione con utenti

News, sondaggi, richieste di opinione, sono solo alcuni strumenti per interagire con i propri target..

SEO gestita content icon new

I video

I video stanno acquistando sempre più importanza nella promozione delle attività sul web..

SEO gestita Group 22

Visitatori contenti

Per ultimo, ma non meno importante, è accontentare l'utente. La miglior pubblicità rimarrà sempre il passaparola..

SEO gestita Group 14

I motori di ricerca

I motori di ricerca (in inglese search engines) sono dei sistemi per la ricerca di informazioni sul World Wide Web..

SEO gestita Group 21

Gli algoritmi

Poiché Google è il motore di ricerca più utilizzato al mondo, la maggior parte delle attività SEO si concentrano..

lA FASE PIU' IMPORTANTE

della strategia SEO

La prima fase di una seria azione SEO è la ricerca delle parole chiave legate alla propria attività, che può essere effettuata con appositi tools, interviste agli utenti, analisi della concorrenza e utilizzando gli stesi motori di ricerca.

Ottimizzazione dei contenuti

Scrivere per l'utente

L’importanza dell’attività di creazione di contenuti di qualità è esemplificata dal noto mantra di Bill Gates “Content is King“, il contenuto è Re.

Differenze

Fra SEO e SEA

SEO e SEA rientrano entrambe nella macro-attività di web marketing detta SEM, ovvero search engine marketing (marketing attraverso i motori di ricerca).

SEA (search engine advertising) – su Google si effettua attraverso il circuito Google AdWords

SEO gestita Seo cos e
SEO gestita content is king bill gates 1
SEO gestita sea seo sem

think mobile!

Nel 2019 Pensa mobile ancora di più di prima!

Gli accessi da mobile si stanno avvicinando a quelli da desktop. Più della metà delle ricerche è effettuata da dispositivi mobili e nei prossimi anni questa modalità di interrogazione del motore di ricerca sarà la più utilizzata.
Pensare mobile
significa avere una visione SEO ottimizzata anche in questo ambito.
Google ha lanciato più di un segnale in questo senso: tool specifici come il test ottimizzato per i dispositivi mobili per misurare la validità del proprio sito e l’avviso lato utente, che annuncia che il sito che si sta per visitare è “mobile friendly“. Nasce anche il concetto Mobile First Index secondo cui Google sta elaborando i risultati nella SERP sulla base dell’indicizzazione e gerarchizzazione dei siti web, nella versione mobile.
Nel 2019 si parla di Mobile SEO, ponendo l’attenzione su usabilità, velocità e consultabilità dei singoli contenuti.

SEO rank brain

RISPONDERE AI REALI INTENTI DI RICERCA

Google ha da tempo ormai annunciato che il RankBrain è il terzo fattore di ranking per importanza. Ma cos’è esattamente?
Google Rank Brain
è un machine learning system che dal 2015 aiuta il motore di ricerca ad identificare i contenuti con le migliori interazioni. Una tendenza che sarà sempre più evidente già nel corso del 2019.
Lo scopo di Rank Brain è capire qual’è il reale intento di ricerca dietro le domande con cui gli utenti interrogano Google. L’algoritmo prende in considerazione molti fattori e si concentra maggiormente sulle ricerche di parole chiave in coda lunga che rappresentano oltre il 65% di tutte le ricerche.

Le parole chiave dalla coda lunga, sono frasi più lunghe e specifiche che i consumatori hanno più probabilità di usare quando stanno per completare un acquisto o sono già avanti nel percorso di acquisto. Meno ricercate, ma molto più specifiche nel risolvere i bisogni di chi naviga.
Più in generale, inoltre, sempre meno parole chiave e sempre più contesto e sinonimi: Google è sempre più in grado di capire quanto è utile il contenuto analizzando il messaggio che stai trasmettendo nella sua totalità.

featured snippet

LA POSIZIONE ZERO, O FEATURED SNIPPET

Il featured snippet (o snippet in primo piano) è un risultato in evidenza che Google inserisce in un box all’inizio della serp e che viene definito in posizione zero, una posizione di vantaggio che consente di dominare sui competitor. Google negli ultimi anni si è data un gran da fare per fornire risultati sempre più accurati e una migliore esperienza agli utenti che cercano risposte, per soddisfarli ancora prima di cliccare sui risultati. La sfida per i SEO specialist è la comprensione del Search Intent e l’elaborazione della risposta più soddisfacente.

Google ci da questa definizione:
“Quando un utente pone una domanda in Ricerca Google, la risposta restituita potrebbe essere mostrata in un riquadro speciale di snippet in primo piano nella parte superiore della pagina dei risultati di ricerca. Questo riquadro di snippet in primo piano include un riepilogo della risposta estratto da una pagina web, insieme a un link alla pagina, il relativo titolo e l’URL.”

il ctr

Il Click Through Rate (CTR) al primo posto della strategia SEO 2019

Google ha confermato che il numero di click ottenuti da un risultato in seguito ad una ricerca (CTR) sarà un segnale sempre più utile per il ranking. Per ottenere importanti risultati dalla SEO nel 2019 è necessario considerare il CTR come uno dei fattori determinanti nella  strategia SEO.

interazioni

L’Importanza dell’ interazione con gli utenti

News, sondaggi, richieste di opinione, sono solo alcuni strumenti per interagire con i propri target, puntando sul loro coinvolgimento! Ovviamente, un posto di rilievo sarà sempre occupato dai Social Network. Google vuole vedere una community attiva sul vostro sito web e darà ancora più importanza a questo segnale di ranking.

I VIDEO

VIDEO SEMPRE PIU’ IMPORTANTI

video stanno acquistando sempre più importanza nella promozione delle attività sul web. Secondo il colosso Cisco, i video online rappresenteranno l’80% dell’intero traffico online entro il 2021.
È stato calcolato che un video all’interno di una pagina web rende più probabile la presenza di un sito in cima alle ricerche di Google di circa 53 volte, rendendolo un elemento essenziale e imprescindibile per la SEO.

visitatori contenti

Per ultimo, ma non meno importante, è accontentare l’utente. La miglior pubblicità rimarrà sempre il passaparola. Non si deve far parlare del sito forzatamente, ma lasciare che siano gli utenti a condividere naturalmente i contenuti proposti. Per questo motivo è importantissimo fornire contenuti di valore, sempre aggiornati e facilmente accessibili.

L’obiettivo della SEO nel 2019 è quello di concentrarsi sul comportamento degli utenti in modo che i contenuti mantengano elevato il loro grado di soddisfazione.
In poche parole: Cercate di mantenere i vostri utenti “incollati” al vostro sito web!

Motori di ricerca

I motori di ricerca (in inglese search engines) sono dei sistemi per la ricerca di informazioni sul World Wide Web. I risultati della ricerca sono generalmente presentati in un elenco di risultati spesso definito come SERP (pagina dei risultati del motore di ricerca). L’informazione può essere costituita da pagine web, immagini, video e altri tipi di file.

Un motore di ricerca opera principalmente nel seguente ordine:
– analisi del campo d’azione (attraverso l’utilizzo dei crawler)
– indicizzazione del materiale ottenuto
–  ordinamento (ranking)
– risposta alle richieste dell’utente (SERP)

I motori di ricerca memorizzano le informazioni sulle molte pagine web. Per esempio le parole chiave sono estratte dai titoli, intestazioni o campi speciali chiamati meta-tag.
Google resta ancora il motore di ricerca più utilizzato al mondo, ma bisogna fare i conti anche con i principali concorrenti del colosso di Mountain View, quali Bing di Microsoft e Yahoo ed altri motori di ricerca leader in alcuni dei mercati in espansione: i cinesi Baidu o Tencent ed il russo Yandex.

GLI ALGORITMI

COME RAGIONA UN MOTORE DI RICERCA

Poiché Google è il motore di ricerca più utilizzato al mondo, la maggior parte delle attività SEO si concentrano sullo studio del suo algoritmo e dei suoi periodici aggiornamenti.
Di conseguenza, chi si occupa di SEO, ha cercato di studiare e ponderare le proprie attività, in funzione dei suoi famigerati algoritmi.
Gli algoritmi sono programmi informatici che cercano indizi per restituirci esattamente ciò che desideriamo.
Google ha sempre affermato che il suo principale obbiettivo è aiutare l’utente a trovare la risposta giusta il più rapidamente possibile, creando una connessione continua tra l’utente e l’informazione cercata.
In altre parole l’unica preoccupazione di Google è fare avere i miglior risultati nella SERP, fornendo la migliore soluzione rispetto a cosa cercano gli utenti.
Per una normale ricerca esistono milioni di pagine web con informazioni utili. Gli algoritmi sono i processi informatici e le formule che trasformano le domande in risposte. Attualmente gli algoritmi di Google si basano su oltre 200 segnali univoci o “indizi” che consentono di intuire che cosa stiamo realmente cercando. Questi segnali includono elementi quali i termini presenti nei siti web, l’attualità dei contenuti, l’area geografica e il PageRank.